Dio è buono e misericordioso

Alef O Dio, mio re, voglio esaltarti
e benedire il tuo nome in eterno e per sempre.

Bet 2 Ti voglio benedire ogni giorno,
lodare il tuo nome in eterno e per sempre.

Ghimel 3 Grande è il Signore e degno di ogni lode;
senza fine è la sua grandezza.

Dalet 4 Una generazione narra all’altra le tue opere,
annuncia le tue imprese.

He 5 Il glorioso splendore della tua maestà
e le tue meraviglie voglio meditare.

Vau 6 Parlino della tua terribile potenza:
anch’io voglio raccontare la tua grandezza.

Zain 7 Diffondano il ricordo della tua bontà immensa,
acclamino la tua giustizia.

Het 8 Misericordioso e pietoso è il Signore,
lento all’ira e grande nell’amore.

Tet 9 Buono è il Signore verso tutti,
la sua tenerezza si espande su tutte le creature.

Iod 10 Ti lodino, Signore, tutte le tue opere
e ti benedicano i tuoi fedeli.

Caf 11 Dicano la gloria del tuo regno
e parlino della tua potenza,

Lamed 12 per far conoscere agli uomini le tue imprese
e la splendida gloria del tuo regno.

Mem 13 Il tuo regno è un regno eterno,
il tuo dominio si estende per tutte le generazioni.

Nun Fedele è il Signore in tutte le sue parole
e buono in tutte le sue opere.

Samec 14 Il Signore sostiene quelli che vacillano
e rialza chiunque è caduto.

Ain 15 Gli occhi di tutti a te sono rivolti in attesa
e tu dai loro il cibo a tempo opportuno.

Pe 16 Tu apri la tua mano
e sazi il desiderio di ogni vivente.

Sade 17 Giusto è il Signore in tutte le sue vie
e buono in tutte le sue opere.

Kof 18 Il Signore è vicino a chiunque lo invoca,
a quanti lo invocano con sincerità.

Res 19 Appaga il desiderio di quelli che lo temono,
ascolta il loro grido e li salva.

Sin 20 Il Signore custodisce tutti quelli che lo amano,
ma distrugge tutti i malvagi.

Tau 21 Canti la mia bocca la lode del Signore
e benedica ogni vivente il suo santo nome,
in eterno e per sempre.

Le Catechesi di Don Vincenzo Carone

Né illusioni e né delusioni, dopo la festa del ritorno forse ricomincerà l’incontro con le medesime persone sempre afflitte dalle note fragilità, con gli stessi ambienti carichi di carenze e di difficoltà, con le incomprensioni e i limiti precedenti: solo il tuo cuore è cambiato. Dovrai muoverti con più fede in Dio e maggiore fiducia in te e nel prossimo, le difficoltà che affronterai non devono diventare pretesto di scoraggiamento, ma palestra di esercizio di virtù. Il tuo spirito, rinnovato nell’esperienza dell’allontanamento, non temerà nessun nemico: le passioni, il mondo, il demonio, lo scoraggiamento e lo sbandamento. Non andrai più fuori di casa, dove c’è pianto, desolazione e vergogna. Meglio l’ultimo dei servi con Dio anziché tra i primi con satana. La speranza, fondata sulla pazienza nella prova, ti renderà sereno e deciso nel continuare il cammino. La tua fedeltà remunererà abbondantemente l’accoglienza dei fratelli e delle sorelle che vedranno…

View original post 1,208 more words

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s