La prospettiva della vita eterna

“Purificato sette volte”: la sofferenza e le ingiustizie accolte per riparare i peccati che Dio ci ha perdonato quando ci siamo confessati…

Le Catechesi di Don Vincenzo Carone

La morte, frutto del peccato, è divisione, separazione, allontanamento del corpo dall’anima. Essa di solito è preceduta da una malattia che conduce all’agonia e provoca una pena profonda allo spirito per ciò che l’accompagna, per ciò che tocca al corpo e principalmente per ciò che spetta all’anima, cioè il dolore il distacco e il giudizio di Dio. Il dolore fisico e quindi la morte e la corruzione sono per sé già sufficienti a gettare l’anima in profonda costernazione ma, quasi non bastasse, fa ancora più paura l’inappellabile separazione dalle persone care e dalle cose di questo mondo. Il pensiero poi di dover rendere conto a Dio della propria vita, col pericolo di essere da Lui riprovati per sempre con l’inferno o temporaneamente con il Purgatorio, obbliga l’uomo a distrarre la sua attenzione dal terribile momento della morte. Per essa il corpo farà ritorno alla terra là dove fu tratto e…

View original post 1,420 more words

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s