L’ATTESA…

Tutti si lamentano sempre dell’attesa… Già, l’attesa… Attendi agli uffici pubblici, attendi di crescere, attendi di sposarti, attendi di guarire, attendi di avere un lavoro migliore, attendi tempi migliori, attendi che qualcuno ti faccia qualcosa di buono o di bene, attendi che ti si riconosca qualcosa di buono, attendi attendi attendi… E l’attesa diventa un modo di vivere… Diventa un vivere scartando il passato ignorando il presente e anelando a quanto di più immaginario o egoistico abbiamo nel cuore. E non ci rendiamo conto che questo modo di attendere ci vuol far sentire che governiamo il tempo, ma invece viviamo in una terribile incertezza, in una falsa speranza che non ha nessuna continuità con il passato e il presente della nostra vita! La falsa speranza di un riflesso confuso di noi stessi che neppure conosciamo…

madonna_del_parto1-722x1024

L’attesa vera è certezza che qualcosa avverrà. E’ preparazione a quella cosa certa che succederà, nella nostra vita, nel mondo, per l’umanità intera. L’attesa di una madre incinta è la certezza che una vita si sta formando nel suo grembo. L’attesa vera è dolce… E’ un tempo di grazia in cui prepararci ad accogliere ciò che deve giungere per la nostra gioia.

Ma la morte? Come puoi dire che la morte è qualcosa che giunge per la nostra gioia… Certo, la gioia di poter finalmente godere del Paradiso, della Vita eterna donataci da Cristo, della visione del Volto di Dio… E’ questa gioia che ci deve tenere vigilanti, svegli, pronti. E’ questa gioia che viene che deve farci apprezzare ogni istante della vita terrena, attesa per la vita eterna, preparazione per la santificazione, per la purificazione dei nostri peccati e, persino, per la cancellazione delle nostre pene.

Allora che cos’è questa vita? E’ il tempo che Dio ci ha donato, nella Sua infinita bontà per guarirci, liberarci e salvarci dal peccato originale e da tutti i peccati che continuiamo a commettere per vivere senza vigilare, allontanandoci da Dio, dal Creatore, da Colui che è Eterno Amore, incommensurabile Bontà e che desidera solo riversarla su di noi.

che cosa è l’uomo perché te ne ricordi
e il figlio dell’uomo perché te ne curi? (Salmo 8,5)

Maria incinta

Una via semplice ci insegna Maria: ricevere Gesù e portarLo secondo i tempi dovuti e da Lui stabiliti, donarLo al mondo, offrirLo al Padre e attraverso questa offerta donare la salvezza all’umanità intera. Cosa attendeva Maria quando è arrivato l’Arcangelo Gabriele? Il Messia, certa della Parola di Dio e, nella sua purezza la Parola, con il suo sì si è fatta carne. La stessa carne che contempliamo nell’Eucaristia, che viene a noi per guarirci, purificarci salvarci e per essere, Lui il nostro Dio e Salvatore, portato a tutti attraverso chi sa accoglierLo come Maria e camminare lungo il cammino di questa attesa che porta alla gioia, gioia piena, vita senza fine.

BUON CAMMINO DI AVVENTO!

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s